Viaggio nei ritiri spirituali

Ritiri spirituali nel silenzio e nella meditazione: dove soggiornare tra eremi, santuari e luoghi isolati

Dove ritrovare se stessi e la pace tanto sognata lontano dallo stress, dal traffico, dai cellulari, dalle preoccupazioni e dagli impegni che ogni giorno ci assillano? La risposta è semplice: negli eremi e nei santuari della Toscana tra natura e meditazione.

Ecco i cinque migliori ritiri spirituali dove soggiornare che meglio riescono a coniugare ospitalità e bellezze naturali:

Camaldoli. Immerso nel Parco Nazionale delle foreste Casentinesi, a 1100 m s.l.m.,l’eremo fu costruito da San Romualdo e inaugurato nel 1027 dall’allora vescovo Teodaldo. Interamente circondato da un muro di roccia, il complesso si presenta ai visitatori in tutta la sua imponenza. Dal grande portone si entra nel cortile interno dove è possibile accedere alla foresteria, alla chiesa con il suo antico coro monastico, al refettorio o sala capitolare e visitare inoltre la cella di San Romualdo, la più antica delle celle oggi inglobata nella biblioteca. Fedele alla tradizione monastica benedettina, la comunità accoglie tutti coloro vogliano condividere un momento del loro cammino umano e spirituale aprendo le sue porte a credenti e non con un’ampia varietà di proposte: dall’accoglienza di gruppi autogestiti, ai progetti culturali finanche alla condivisione della vita monastica.

CONTATTI

Sacro Eremo di Camaldoli 52014 Camaldoli (AR)

TELEFONO: 0575 556021

EMAIL: eremo@camaldoli.it

Foresteria

(per prenotazioni e informazioni:dal lunedì al venerdì con orario 9.00-12.30 / 14.30-18.30)

TELEFONO: 0575 556013

EMAIL: foresteria@camaldoli.it

Foresterario

(per contattare direttamente un monaco per soggiorni personalizzati)

TELEFONO/ Don Matteo Ferrari: 0575 556012 / 556013

EMAIL: matteoosb@gmail.com

WEB:www.camaldoli.it

 

La Verna. Una vetta di 1283 metri di altezza che domina l’Appennino Toscano e dalla forma inconfondibile tagliata di netto in tre parti: qui, circondato da una monumentale foresta di faggi e abeti ed incastonato nella roccia sorge il santuario. Il luogo di altissima spiritualità custodisce tesori architettonici e scultorei inaspettati, come le splendide terrecotte invetriate di Andrea Della Robbia o l’organo a canne inaugurato nel 1926 che consta attualmente di ben 5700 canne.

Gli amanti della natura e delle escursioni non devono lasciarsi sfuggire una camminata nella foresta, sapientemente gestita dai frati francescani: l’habitat contiene una straordinaria ricchezza botanica ed ospita diverse specie di rapaci, come il gufo reale e il falco pellegrino, oltre che ben quattro specie di ungulati ( capriolo, cervo, daino e cinghiale ) che insieme al loro predatore naturale, il lupo, formano un tesoro naturale inestimabile.

CONTATTI

Santuario La Verna, Via del Santuario, 45 52010 Chiusi della Verna (AR)

TELEFONO: 0575 5341 (centralino)

EMAIL FORESTERIA: santuarioverna@gmail.com

EMAIL FRATI: la.verna1213@gmail.com

EMAIL REFETTORIO DEL PELLEGRINO: amministrazione@santuariolaverna.org

WEB: www.laverna.it

 

Monte Oliveto Maggiore La chiesa costruita in stile romanico agli inizi del 1400 e poi rimaneggiata nell’attuale stile barocco ad opera di Giovanni Antinori, conserva dipinti di qualità e un meraviglioso coro ligneo intagliato ed intarsiato da fra Giovanni da Verona tra il 1503 e il 1505: uno dei più grandi esempi di opere di intarsio al mondo. All’interno del complesso è possibile ammirare la biblioteca in stile rinascimentale a tre navate che conserva tutt’oggi la sua imponenza nonostante il grave depauperamento dovuto alla soppressione del 1809. L’abbazia dispone di stanze letto, sale convegni, una sala ristoro oltre che di un parcheggio riservato e un’area verde dove è possibile pernottare in tenda previo richiesta.

CONTATTI

Abbazia di Monte Oliveto Maggiore 53041 Asciano (SI)

TELEFONO 0577 707611

EMAIL abbazia@monteolivetomaggiore.it

Casa ospiti San Benedetto

TELEFONO 0577 707652

EMAIL casaospitiSB@monteolivetomaggiore.it

WEB: www.monteolivetomaggiore.it

 

Monte Senario. Il convento di Monte Senario è divenuto sosta frequente dei “viatores”, di coloro cioè che percorrono a piedi la cosiddetta “via degli dei”, un percorso escursionistico che affonda le sue origini nel Medioevo e che collega le città di Firenze e Bologna attraverso i monti Appennini. Il nome deriva probabilmente dai toponimi di alcuni monti inseriti nel percorso come Monte Venere a Monzuno o Monte Luario a Firenzuola. Di solito i viatores, nella loro sosta di una notte, partecipano alla preghiera della sera, alla cena della comunità e alla santa messa prima di riprendere il loro viaggio.

CONTATTI

Sacro Eremo di Montesenario, Via Montesenario, 3474/A 50036 VAGLIA (FI)

EMAIL: montesenario@libero.it

TELEFONO: 055-40.64.41 / 055-40.64.42

WEB: www.montesenariosacroeremo.eu

 

Vallombrosa a pochi Chilometri da Firenze sorge l’Abbazia di Vallombrosa fondata nel 1036 da San Giovanni Gualberto. I monaci benedettini che la custodiscono da allora, dirigono un centro di spiritualità e cultura religiosa aperto a tutti coloro che vogliono riscoprire la loro dimensione spirituale in loro compagnia. La struttura è inoltre in grado di accogliere gruppi in autogestione per singole giornate o campiscuola. Il grande complesso, austero ed elegante,dimostra tutta la sua magnificenza fin dall’esterno. La chiesa, come oggi noi la possiamo ammirare, è il risultato di vari rifacimenti e ricostruzioni iniziati nel ‘600 e conclusisi nel ‘700 chele hanno dato sostanzialmente l’attuale aspetto.

CONTATTI

Abbazia di Vallombrosa, Via San Benedetto,2 50066 VALLOMBROSA (Firenze)

Telefono 055.86.22.51

EMAIL: info@monaci.org

WEB: www.monaci.org