VIA FRANCIGENA TOSCANA: TAPPA 29 DA ALTOPASCIO A SAN MINIATO

San MiniatoPARTENZA: Altopascio, Chiesa di San Jacopo

ARRIVO: San Miniato, Convento S. Francesco

LUNGHEZZA:  29.0 km

CARATTERISTICHE: tappa di media difficoltà, caratterizzata da numerosi tratti di strada sterrata, mulattiere, carrarie.

La ciclabilità è piuttosto elevata.

Lasciandoci alle spalle Altopascio dalla Chiesa di San Iacopo, nella parte iniziale della tappa possiamo godere di uno splendido tratto selciato dell’antica Via che porta alle selvagge e deserte Colline delle Cerbaie superate le quali troviamo Ponte a Cappiano. Il nome di questa piccola frazione del comune di Fucecchio deriva dall’omonimo ponte di epoca medicea (documentato peraltro già in epoca medievale) e dalla collina di Cappiano che lo sovrasta. Nell’itinerario di Sigerico Ponte a Cappiano rappresentava la XXIV Submansio, cioè tappa, e la località era allora definita Aqua Nigra a causa dell’acqua scura del canale Usciana, chiamato Gusciana, emissario del Padule di Fucecchio.

Siamo nel Valdarno inferiore, sulla riva destra del fiume Arno, al confine tra le province di Firenze, Pisa, Lucca e Pistoia. Da qui attraversiamo un’antica palude, oggi bonificata, e risaliamo verso il centro storico di Fucecchio dove possiamo ammirare alcune apprezzabili architetture religiose come la Collegiata di San Giovanni Battista con la sua facciata incompleta, l’ Abbazia di San Salvatore dell’anno mille e l’Oratorio della Madonna della Ferruzza.

Superato l’Arno, si raggiunge infine San Miniato, situato su un colle a metà via tra Firenze e Pisa. Importante centro economico ed industriale, noto per la produzione e la lavorazione del cuoio, San Miniato e il suo territorio sono famosi per la ricerca del tartufo, in particolare del tartufo bianco, pregiatissimo, detto Tuber Magnatum Pico, che si sviluppa tra le colline e i fondovalle incontaminati.

Di grande impatto visivo e di notevole pregio artistico il traguardo di questa tappa: il grande complesso in laterizi composto dalla Chiesa e dal Convento di San Francesco, eretto in stile gotico e barocco dal 1276. Per saperne di più vi invitiamo a leggere il nostro articolo dedicato a questo antico borgo.

Acqua e punti di ristoro si possono trovare rispettivamente a Chimenti, Galleno, Ponte a Cappiano e Fucecchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *